La questione Comignona (Cumiona)


La cumiona, toponimo che definisce il rialto collinare sovrastante le frazioni di Vergano,un tempo  apparteneva a tutta la comunitÓ borgomanerese e quindi i vari massari, pastori ed altri utilizzavano questi terreni per pascolare gli animali, raccogliere legna ed altro. Nel 1673 la ComunitÓ (oggi diremo il Comune) aveva deciso di vendere parti della brughiera e dei boschi, con lo scopo di raccogliere soldi da utilizzare per l'ampliamento della Collegiata di San Bartolomeo.
Numerose persone avevano accettato la proposta di acquisto, sotto forma di enfiteusi perpetua, con lo scopo di rendere questo terreno fertile e produttivo, roncando e piantando vigneti.
A questa vendita si opposero i massari delle Cassine di Vergano-Sotto, sostenendo che gli Statuti di Novara, non permettevano l'alienazione dei beni della comunitÓ senza il consenso di tutti gli aventi diritto. Venne promossa una causa portata davanti al pretore del Borgo e successivamente al senato di Milano.
Nel mese di agosto, la questione venne formalizzata con un lodo marchionale, nel quale si riconosceva il diritto dei massari all'uso dei terreni, ma che costoro  dovevano corrispondere alla ComunitÓ, l'importo equivalente a quanto avrebbero sborsati i privati: Li Massari habbino pagar per una volta tanto alla Fabrica della nostra Parochiale scudi trecento, con che , detta Comignona si lasci per sempre nel stato in cui si trova.
Quindi i massari di Vergano sotto, si trovarono a pagare una tantum per godere dei beni che giÓ usurfuivano. Alcuni decenni dopo, questa fase di alienazione avvenne ed Ŕ per questo, che la Cumiona oggi Ŕ in gran parte di proprietari di Vergano sopra e Santo Stefano.

Qui sotto viene riportata la lista dei capi-famiglia firmatari della convenzione:

Spirito Zanetta fu Lorenzo
Francesco Fornara fu Giacomo
Alberto Zanetta fu Lorenzo
Lorenzo Fornara fu Bartolomeo
Andrea Fornara fu Lorenzo
Carlo Francesco Fornara fu Gio. Batta.
Bartolomeo Fornara fu Gio.Maria
Giovanni Fornara fu Giacomo
Carlo Vercelli fu Pietro
Bernardo Fornara fu Lorenzo detto Rottigi
Giovanni Battista Vercelli fu Pietro
 Bernardo Fornara fu Giovanni detto Rottigi
Giovanni Francesco Fornara fu Matteo
Giovanni Fornara fu Giacomo  detto Rottigi
Flavio Giromini fu Gerolamo
Carlo Fornara fu Gi˛ Maria
Giovanni Battista Fracazzino fu Bartolomeo
Gio Batta Zanetta fu Lorenzo detto Battaglione
 Lorenzo Zanetta fu Bartolomeo

Convenzione tra la ComunitÓ di Borgomanero e Massari di Vergano (sotto)

 

Essendosi del.... dal Consiglio di questo Borgo in nome di questa Costa livellata in questa

parte della Brughiera e Bosco chiamato la  Comignona, come da instromento di livello

rogati dal Notaio Ambrogio Balestrieri li 22 e 23 Febbraio dell'anno 1673 prossimo.et habendo noi

indetto che li massari abitanti alle Cassine sotto Vergano ,quali impugnanti  li livelli seguiti

come sopra, habbino esser detto pagar per una volta tanto alla Fabrica di questa Parochiale

scudi trecento con che di Comignona si lasci per sempre nel stato, nel quale si presenta e si ritrova

noi facciamo rinoncia ai livelli a nostro favore come seguente:

Per tanto , seguendo il pagamento di Scudi trecento alla Fabrica,,,,,